sapone fatto in casa pro e contro
Basi del Fai da te,  Consigli

Sapone fatto in casa: ma ne vale la pena?

Se l’idea di preparare il sapone in casa vi ha da sempre attratto, ma non siete ancora del tutto sicuri se ne valga davvero la pena, in questo articolo troverete i principali pro e contro per aiutarvi in questa decisione. Ma prima di iniziare, volevo fare delle precisazioni per mettere in contesto i dati che andrete a leggere di seguito. In questo articolo mi sono riferita ai costi medi di materie prime e prodotti relativi alla zona in cui vivo (Germania). Nella produzione di sapone fai-da-te con il metodo a freddo tendo a comprare ingredienti in quantitativi tali da poter effettuare la stessa ricetta più volte. Chiaramente, non acquistando quantità industriali ma una giusta via di mezzo che mi permetta anche di risparmiare qualcosina. Considerate che più piccolo sarà il formato dell’ingrediente più sarà caro.  Con questi presupposti, iniziamo con i pro e contro del sapone fai-da-te.

Sapone fatto in casa: ma ne vale la pena?
Salvami in pinterest!

Sapone fai-da-te pro e contro|i CONTRO

1. Tempo

Sicuramente creare saponi in casa richiede tempo. Con questo termine non intendo solo il tempo materiale per l’esecuzione, ma anche quello di preparazione e formulazione. La ricerca degli ingredienti, il comprare materiali e l’attesa per la loro consegna se acquistati online. E poi la ricerca di informazioni per eventuali dubbi e incertezze. Tutto porta via del tempo. Tempo, invece, decisamente ridotto se si decide per l’acquisto di saponi commerciali, subito ottenuti attraverso un click o una giornata passata in centro. 

2. Soda caustica

Questo a mio avviso è l’aspetto che frena la maggior parte delle persone interessate alla saponificazione. Creare saponi con il metodo a freddo non è come creare un balsamo labbra o una crema viso. In questo caso, l’uso di soda caustica alza notevolmente l’asticella delle difficoltà da affrontare. Maneggiare in modo inappropriato soda caustica può rivelarsi molto pericoloso. Assolutamente da non praticare in presenza di bambini nelle vicinanze (parere personale). 

3. Investimento iniziale

Iniziare qualsiasi hobby ha dei costi iniziali. Bisogna comprare le materie prime ma soprattutto gli utensili che ci permetteranno di creare i nostri progetti. In generale, però, l’acquisto di questi strumenti possiamo definirla come una tantum. Sarà un acquisto che, seppur costoso, effettueremo solo uno volta ma ci permetterà di creare più volte i nostri saponi.

Sapone fai-da-te pro e contro| i PRO

Per me, i principali fattori a favore sono tre:

1. Divertimento

Creare saponi è divertente e soprattutto soddisfacente. Creare qualcosa da zero che realmente funzioni e che rispetti le aspettative è tra i miei punti a favore.

2. Sostenibilità

Un altro punto a favore è la riduzione notevole di rifiuti prodotti. Creando sapone in casa, ridurremo gli imballaggi e anche la quantità di ingredienti, usati nei saponi commerciali, che finiranno nella rete fognaria. Sono tutti biodegradabili? Dove finiranno? Domande a cui non c’è una risposta unica ma che deve essere valutata a seconda del luogo in cui ci si trova.

3. Risparmio economico 

Essere in grado di creare qualcosa di valore e di risparmiare qualcosa sul budget famigliare è decisamente un punto a favore. Per spiegare questo al meglio, ho effettuato dei calcoli per capire se creare saponi fosse davvero conveniente dal punto di vista economico o se invece portasse ad una perdita di denaro. 

Sapone fai-da-te pro e contro
Salvami in pinterest

Nel grafico, ho riportato una ricetta simile a quella del sapone all’avena, potete vederla qui se siete interessati. Nel calcolo non ho inserito fragranze e coloranti perché sono opzionali e si possono evitare se si vuole risparmiare qualcosina, per lo meno all’inizio.

In questo caso, con le materie prime comprate, ho speso all’incirca 5,55€ per 300g di sapone mentre sul mercato avrei acquistato 1 saponetta da 100g per ~7€ (in media).

Sapone fai-da-te pro e contro

Bisogna inoltre considerare che, con questa ricetta e con gli stessi ingredienti, si può preparare fino ad un massimo di 1,2Kg di sapone prima di dover ricomprare qualche ingrediente. Se volessimo comprare lo stesso quantitativo di sapone invece che produrlo, dovremmo spendere circa 84€ anziché 42.37€ che è la spesa iniziale di tutti gli ingredienti.

Chiaramente, il risparmio economico non si otterrà nel caso di una singola prova. In questo caso, avremo comprato ingredienti e utensili per pochi grammi di sapone, il che renderà il processo non conveniente.

Un consiglio

Se dall’analisi dei pro e contro, hanno prevalso i pro, volevo consigliarvi il mio corso per iniziare a saponificare con il metodo a freddo. Un corso completo con tutte le informazioni necessarie per approcciarsi al meglio a questo hobby. Nozioni teoriche di chimica e consigli pratici per renderlo qualcosa di più di un semplice tutorial e darvi tutte le conoscenze per iniziare a saponificare in modo consapevole.  (sponsor)

Sapone fai-da-te pro e contro| Conclusione

Prima di salutarvi volevo dirti che in questa situazione mi ci sono ritrovata anch’io. Quando mi sono interessata alle ricette di bellezza fai-da-te, l’idea di iniziare mi spaventava perché non volevo rischiare di perdere denaro e tempo in qualcosa che non sarei stata in grado di realizzare. La mia preoccupazione pero si è rivelata sbagliata! Da quanto ho cominciato a produrli mi sono accorta di quanto stessi riducendo la quantità di plastica e rifiuti prodotta e ho capito che non importava che non fossero perfetti, l’idea di essere un po’ più sostenibile mi ha decisamente fatto bene all’anima. Adesso sta a te!

Rendi il tuo stile di vita più naturale e sostenibile con la mia skincare naturale GRATUITA! Passa al naturale a partire da qui!(in inglese)

switch to natural in 5 days
Non perderlo! clicca qui!

Se ti piacciono i miei contenuti, aiutami con una piccola donazione. Con il tuo sostegno, vorrei acquistare nuovi ingredienti e creare prodotti di bellezza originali e naturali! Grazie 🙂

Gabi