crema cambio pannolino
Baby-Consigli,  Ricette

Crema Cambio Pannolino Naturale

Un prodotto fondamentale per i neo-genitori è sicuramente una buona crema per il cambio pannolino. Ma quale scegliere tra migliaia nei supermercati? Per me la migliore soluzione è ricorrere al DIY e produrre la propria crema in casa con pochi ingredienti. L’ingrediente base per una buona crema per il cambio pannolino è l’ossido di zinco. L’ossido di Zinco è un minerale inorganico naturale che si presenta sotto forma di polvere bianca e che trova diverse applicazioni dato le sue proprietà. Lo ritroviamo, infatti, non solo come lenitivo in pomate contro gli arrossamenti ma anche nelle creme solari data la sua capacità di schermo contro i raggi ultravioletti. L’ossido di zinco riesce, infatti, a rifletterli proteggendoci contro le scottature.

Con le sue proprietà lenitive, l’ossido di zinco previene e guarisce le irritazioni provocate dal costante contatto tra la pelle del bambino con il pannolino. Se la pelle è troppo sensibile o se i pannolini non vengono cambiati frequentemente, la pelle del bambino soffrirà inevitabilmente di questi problemi. Recentemente ho realizzato la pasta all’ossido di zinco per il mio piccolo nipotino di soli pochi mesi, che avendo la pelle super sensibile soffre spesso di arrossamenti.

 

Questo post contiene link affiliati. Cliccandoci sopra e facendo un acquisto, potrei ricevere una piccola commissione SENZA costi aggiuntivi per te.

 

Di cosa avrai bisogno

La ricetta è estremamente semplice e richiede solo due ingredienti:

  1. 50 g di ossido di zinco (lo puoi trovare qui)
  2. 50 g di olio di oliva biologico (lo puoi trovare qui)

In alternativa si può utilizzare una miscela di oli come, per esempio, 30g di olio di oliva e 20g di olio di mandorle dolci o gli stessi oli ma in percentuali diverse.

Procedura

La procedura è semplice e richiede solo pochi minuti.

  1. pesare 50 g di ossido di zinco
  2. versare 20 g di olio di mandorle dolci
  3. aggiungere 30 g di olio d’oliva
  4. mescolare tutti gli ingredienti

Considerazioni

Se preferisci una consistenza più pastosa, si può aggiungere altro ossido di zinco.

È meglio tenere presente che l’ossido di zinco non è solubile e che tenderà a depositarsi col tempo sul fondo del barattolo se la consistenza è più liquida. Questa fenomeno è del tutto normale e basterà mescolare di nuovo la miscela per poterla riusare.

Semplice vero? 🙂


 

 
 
 
 

Se ti piacciono i miei contenuti, puoi sostenere il mio blog con un solo caffè. Con il tuo supporto, vorrei acquistare nuovi ingredienti e creare originali prodotti di bellezza salutari! Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.