sapone
Basi del Fai da te

Cos’è il sapone??

Fare il sapone in casa è un MUST nel fai da te!! Il sapone è ormai indispensabile. Lo ritroviamo in cucina o in bagno come detergente, sapone da cucina, sapone personale, sapone da bucato e così via. Oggi però voglio concentrarmi sul sapone per uso personale ed in particolare sulle comuni saponette. Iniziamo rispondendo ad una domanda: cos’è il sapone?

 

Cos’è il sapone??

In chimica, si definisce sapone il sale di sodio o potassio di acidi grassi. Gli acidi grassi li ritroviamo in oli e burri insieme con i trigliceridi.

La reazione di questi componenti (acidi grassi e trigliceridi) con una soluzione acquosa di NaOH o KOH prende il nome di saponificazione e produce sapone e glicerolo (anche chiamato glicerina)

come fare il sapone

La struttura chimica del sapone presenta due parti distinte: una coda apolare (amica del grasso) e una testa polare (amica dell’acqua). Questa doppia natura rende il sapone stabile non solo nella soluzione acquosa ma anche nelle gocce di grasso. La coda apolare si attaccherà alla superficie sporca della nostra pelle mentre la testa polare verrà portata via dall’acqua trascinando con sè la sua coda apolare e il grasso ad esso attaccato. Questo meccanismo porterà così alla rimozione dello sporco dalla nostra pelle.

NB: MANEGGIARE CON ATTENZIONE la soluzione di NaOH (idrossido di sodio, noto anche come soda caustica e liscivia). Questo composto è venduto come cristalli bianchi. È un prodotto corrosivo e a contatto con l’acqua produce calore che potrebbe incendiare materiali combustibili. Durante la preparazione del sapone indossare SEMPRE occhiali protettivi e guanti (gomma naturale, PVC o nitrile) !! La sicurezza prima di tutto!
Dopo tutte queste raccomandazioni, fare il sapone in casa sembra complicato e pericoloso ma non lo è se vengono prese le dovute precauzioni.

Se ti piacciono i miei contenuti, aiutami con una piccola donazione. Con il tuo sostegno, vorrei acquistare nuovi ingredienti e creare prodotti di bellezza originali e sani! Grazie 🙂

Gabi