candela di soia fai-da-te
festività e DIY,  Ricette

Candela fatta in casa con cera di soia, cannella e arancia

Ciao a tutti! Creare una candela fatta in casa con cera di soia, cannella e arancia è uno dei miei progetti fai-da-te preferiti! Con pochi ingredienti e un po’ di creatività, possiamo realizzare delle splendide candele che andranno a profumare la nostra casa. La ricetta è davvero semplice e veloce, vediamo subito come fare delle candele profumate con la cera di soia.

divulgazione delle affiliazioni: questo post contiene collegamenti a prodotti utili per l’esecuzione della ricetta. Cliccandoci ed eseguendo un acquisto, potrei ricevere una piccola commissione senza alcun costo aggiuntivo per te. Così facendo mi permetterete di continuare a creare nuove ricette e a condividerle sul mio blog.

Gabi xoxo

Candele fai-da-te

L’ingrediente principale per creare delle candele profumate è, come tutti ben sappiamo, la cera. Per preparare in casa candele profumate, il metodo più semplice e veloce è quello di utilizzare cera di soia. La cera di soia ha un prezzo accessibile e, sebbene non idrosolubile, può essere facilmente rimossa con acqua e sapone.

In questo post, ho creato la mia prima candela utilizzando la cera di soia e personalizzandola con bucce di arancia e cannella.

Candele di soia arancia e cannella fai da te

Per creare una candela fatta in casa con cera di soia, cannella e arancia non ho utilizzato alcuna bilancia e nessun calcolo matematico. Ho deciso di realizzare la mia prima candela nel modo più semplice da perfetta principiante! Ritengo che questo sia un metodo semplice ed efficace per divertirsi creando!
Se siete interessati a sapere come calcolare cera e fragranze, lasciatemi un commento e scriverò un post il prima possibile.

Di cosa avremo bisogno

soy wax
Ingredienti

Candela fatta in casa con cera di soia, cannella e arancia | Procedura

Prima di cominciare a creare la nostra candela, mangiamo un’arancia e conserviamone le bucce :). A queste ultime ho rimosso la parte bianca interna e le ho lasciate essiccare per qualche giorno (ho accelerato il tutto riscaldandole in forno per qualche minuto).

Poiché non ho usato bilance in questa ricetta, mi sono servita di un trucco per fondere l’esatta quantità di cera.

Iniziamo

Versiamo la cera di soia prima nel contenitore che abbiamo scelto (1) e successivamente in un secondo più grande sempre in vetro (2). Fondiamo la cera a bagnomaria o in microonde (3). Io ho usato il microonde (4 min a 800W).
A questo punto prepariamo il barattolo che conterrà la nostra candela. Immergiamo lo stoppino di cotone nella cera e lo lasciamo asciugare su un foglio di carta da forno (4). Infilare lo stoppino nella base metallica e fissarlo con una pinza. Con un po’ di colla a caldo fissiamo la base metallica al fondo del barattolo e cerchiamo di mantenere diritto lo stoppino con una molletta (5).
Versiamo nella cera calda le bucce d’arancia tagliate in pezzetti e la polvere di cannella. NOTA: Non aggiungere molte bucce d’arancia. Se troppe possono bruciare entrando in contatto con la fiamma!!! Mixare il tutto e versare nel barattolo (6).

Dopo questo procedimento, il barattolo sarà stato riempito solo per metà della sua capacità. Per riempirlo completamente, basterà fondere la stessa quantità di cera, fusa precedentemente, e procedere come descritto sopra. Dopo che la cera si sarà solidificata, tagliamo lo stoppino e applichiamo un’etichetta adesiva. Per terminare, cospargiamo un po’ di cannella sulla superficie e la candela fai da te arancia e cannella è pronta!

creare una candela fatta in casa cera di soia cannella arancia

Video Tutorial

Tutorial

Considerazioni

La ricetta è veloce e semplice! È anche un ottimo regalo, 100% naturale che verrà sicuramente apprezzato. Se cerchi altre idee di prodotti completamente naturali potrebbe interessarti il mio post su come fare il gel per capelli ai semi di lino.

Se ti piacciono i miei contenuti, aiutami con una piccola donazione. Con il tuo sostegno, vorrei acquistare nuovi ingredienti e creare prodotti di bellezza originali e sani! Grazie 🙂

Gabi